BioPic™ a FloraCult l’evento ideato e organizzato da Ilaria Venturini Fendi e Antonella Fornai

BioPic protagonista a FloraCult, l’evento tra moda e green organizzato da Ilaria Venturini Fendi, la designer che da anni sostiene una filosofia della moda etica riutilizzando ogni tipo di materiale.  In collaborazione con la paesaggista Antonella Fornai, Ilaria Venturini Fendi costruisce una mostra come un mondo ideale.
La luce è capace di trasformare il nostro pianeta in un luogo ricco di storie.

Alessandro Michele Direttore creativo Gucci
Alessandro Michele Direttore creativo Gucci in visita a Floracult2018

Passando sotto l’arco dove la scritta colorata segna un ingresso quasi da parco giochi si incrociano personaggi famosi, attori, intellettuali e gente comune, che vagano per il piacere di vagare in mezzo ad una bellezza garantita dalla selezione degli espositori.

BioPic™, la StartUp nata in Italia e sviluppatasi in Oriente tra Giappone e Dubai, ha mostrato due progetti per indoor e outdoor, dove grazie agli speciali stimolatori di fotosintesi ed alle innovative strutture verticali interamente in legno e progettate con criteri di ingegneria strutturale, è possibile avere orti in casa o in terrazzo tutto l’anno.

L’amore per la natura non è più un fenomeno da pollici verdi, la Botanica è un vero e proprio trend che va dallo studio scientifico ai fenomeni di condivisione filosofica che sembrano quelli delle società fabiane della fine del 1800 in Inghilterra, quando la natura ispirava le stampe di William Morris. FloraCult che parte dal verde per approfondire il modo in cui viviamo.

Insieme alla più famosa trend forecaster del mondo  Li Edelkoort, iconico personaggio della moda, appassionata di fiori e piante, sarà l’ospite speciale di questa edizione , una occasione unica per gli appassionati di moda che conoscono la Edelkoort come fautrice dell’”antimoda”, in totale sintonia con il lavoro di Carmina Campus, il brand di Ilaria Venturini Fendi, ma anche con chi condivide una filosofia di lettura del futuro obiettiva e contemporanea, dove l’amore per la natura diventa la chiave della nuova progettazione degli spazi indoor più sostenibili ed outdoor attenti anche alla funzione di benessere che le piante possono apportare.